Esselunga prende la pagella da S&P: forte perché lombarda



Esselunga riceve la pagella di S&P, ed è la stessa dell’Italia e migliore di tante grandi aziende tricolori, anche se il colosso italiano della grande distribuzione non è ancora quotato. Nella disamina dell’agenzia di rating si punta il dito sul margine in crescita: il 2017 è atteso a 8,6 miliardi di ricavi (+3,6% di cui 1,2 miliardi dalle promozioni). Con un incidenza del mol pro forma all’8,5% del fatturato, contro l’8,3% dello scorso anno, spicca anche una redditività che non ha eguali nel settore della grande distribuzione. Il miliardo del bond che il gruppo sta per collocare sul mercato servirà a ricomprare 83 immobili dei supermercati dove opera: Esselunga arriverà così a possedere 127 supermercati su 156, con un controllo e un presidio forte sul territorio. Inoltre se la quota di mercato del colosso fondato da Bernardo Caprotti è pari al 9% a livello nazionale, sale al 21% nelle regioni dove è presente e in particolare in Lombardia, dove Esselunga ha dislocato il 60% dei suoi supermercati.



Check Also

Esselunga Genova, dopo 36 anni ci siamo!

Esselunga vince la guerra. Il primo progetto di Caprotti risale al 1984: tante bocciature e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.