Esselunga Forlì , polo commerciale di via Bertini.

Continua a permanere la polemica politica sulla variante urbanistica da 2.500 metri quadrati che la giunta di Forli’ vuol portare in Consiglio per il nuovo polo commerciale di via Bertini, un’area destinata secondo i progetti ad ospitare l’insediamento di Esselunga in città. ‘Il Fatto quotidiano’ ha pubblicato delle presunte registrazioni in cui il vicesindaco con delega all’Urbanistica Daniele Mezzacapo, esprime giudizi sulla partita urbanistica in una riunione con i consiglieri comunali della Lega. Mezzacapo, parlando di Conad come “la cassaforte del Partito democratico”, spiega che “alla prima volta che ci siamo messi contro Conad ci ha rovesciato addosso, per nostra ingenuita’ amministrativa, un mare di merda”. Poi dice ai suoi perche’ Esselunga si sarebbe fatta avanti proprio ora: “Come e’ cambiata l’aria a Forli’, Esselunga si e’ riattivata, perche’ era gia’ stato bocciato il progetto una volta”. E poi ancora aggiunge: “Io in realta’ non li ho mai incontrati”. Tra i temi a supporto dell’arrivo di Esselunga e quindi della variante urbanistica, va detto che Mezzacapo pone anche il fatto che la societa’ “porterebbe 36 milioni di euro di opere”, e “dunque 500 posti di lavoro”.

Check Also

Esselunga Genova, dopo 36 anni ci siamo!

Esselunga vince la guerra. Il primo progetto di Caprotti risale al 1984: tante bocciature e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.